LIM
ita   eng

Progetti
Teatro alla Scala

Il progetto di collaborazione con il Teatro alla Scala di Milano è durato complessivamente 13 anni, toccando diverse attività.

Luglio 1996: ha inizio il progetto di salvataggio dell'archivio fonico del Teatro alla Scala. Il coordinamento scientifico del progetto è affidato a Goffredo Haus e l’esecuzione del progetto sono affidati al LIM. In particolare, il LIM è stato incaricato di digitalizzare o riversare le registrazioni dell'archivio fonico del teatro a partire dal 1951, per un totale di circa 5000 nastri e 10000 ore di musica. I materiali originali erano costituiti da nastri analogici open-reel (1951-1990) e DAT (dal 1990). I supporti analogici sono stati pretrattati termicamente per favorire un riversamento "fedele" dell'informazione audio originale. Il materiale digitalizzato è stato editato per la separazione delle tracce e i tagli di teste e code.

Gennaio 1997: ha inizio il progetto sperimentale per il trasferimento in digitale delle partiture musicali del teatro; l’esecuzione del progetto è affidata al LIM.

Ottobre 1998: ha inizio il progetto D.A.M. (Digital Asset Management / Depositi Archivi Magazzini) per l'informatizzazione ed integrazione di tutti gli archivi del teatro: partiture, audio, fotografie e locandine, bozzetti e figurini, attrezzi di scena, costumi, monografie. Il coordinamento scientifico del progetto è affidato a Goffredo Haus; l’esecuzione del progetto è affidata ad Andersen Consulting (poi divenuta Accenture) per gli archivi multimediali e al LIM per l’archivio musicale (fonico e partiture).

Ottobre 2002: inizia la fase di integrazione degli archivi del teatro in un unico ambiente informatico; la realizzazione dell’integrazione è affidata al LIM. Il LIM in particolare ha progettato e implementato un database multimediale unico per gli archivi, applicazioni di caricamento dei dati e di catalogazione e un'interfaccia per l'interrogazione integrata degli archivi via intranet. I partner tecnici del progetto includono Accenture, Fastweb, Hewlett Packard, Oracle e TDK.

Nell'ambito della collaborazione si sono sperimentate tecnologie particolarmente avanzate, tra cui l'interrogazione dei materiali fonici per contenuti. In particolare, è stata progettata e sviluppata l’applicazione software M.A.I.S. (Musical Archive Information System), che permette di accedere tanto alle registrazioni audio quanto alle corrispondenti partiture in un ambiente integrato, tale da poter trovare una partitura canticchiando un motivo e una registrazione scrivendo qualche nota sullo schermo.

Laboratorio di Informatica Musicale
Dipartimento di Informatica
Università degli Studi di Milano
Via Comelico, 39/41 - 20135 Milano, ITALY
 Google Maps
Goffredo Haus, director
Phone: +39 02 50316 222
E-mail: goffredo.haus@unimi.it
  Luca A. Ludovico, technical contact
Phone: +39 02 50316 382
E-mail: luca.ludovico@unimi.it
  Laboratory
Phone: +39 02 50316 382
E-mail: lim@di.unimi.it